I fattori che possono influenzare la scalabilità di una rete di grandi dimensioni con EIGRP possono essere:

 

Quantità di informazioni scambiate tra peers (high memory demand);

 

Numero di routers (consumo eccessivo di risorse in caso di change della topologia);

 

La complessità e dimensione topologica della rete; il numero di hop da transitare tra sorgente e destinazione; problemi di tempi di convergenza;

 

Numero di path alternativi che attraversano la rete; computazione di paths attraverso l’impiego di pacchetti update, query e reply;

 

La complessità facilità la possibilità di rendere un router in stato SIA (Stuck-In-Active) e qundi in attesa di risposte alle varie query propagate attraverso la rete in molteplici path alternativi.

 

 

EIGRP QUERY

 

Le query packets avvengono in caso di perdita di una route oppure l’assenza di un feasible successor disponibile; la route è in stato active;

 

Le query sono trasmesse a tutti i peers neighbor attraverso le interfacce di interconnessione eccetto quella verso il Successor (split horizon);

 

Se i peers neighbor hanno conoscenza della route persa, allora rispondono alla query; viceversa inviano loro stessi la query ai loro neighbors;

 

Alle query i peers routers rispondono con un reply packets, aumentando la quantità di traffico esistente in rete;

 

Una soluzione per contrastare il propagarsi di query e reply, può essere la summarizzazione, redistribuzione, ed EIGRP stub routing.

 

 

EIGRP QUERY PROCESS SIA (STUCK IN ACTIVE)

 

Un neighbor router risponde alle query in arrivo attraverso delle reply packets a seguito di una rotta persa, iniziando cosi il processo di computation o calcolo di un percorso alternativo:

 

   in caso di assenza di un reply packets ad una query entro 3 minuti (valore di default), la route si mette in uno stato chiamato SIA (Stuck-In-Active)

   il router locale che ha inviato la query, resetta la relazione con il suo neighbor che ha fallito al reply.

 

 

Le principali ragioni di uno stato SIA sono:

 

   high memory CPU impediscono di eseguire delle reply packets

   il link di collegamento tra i due peers è scarso

   un eventuale fault può provocare traffico in eccesso in una sola direzione tra due peers; questo si chiama unidirectional link.

 

 

eigrp sia

 

 

NOTA:

 

Passive state: una destinazione è in passive state quando il router di riferimento non sta elaborando nessuna computazione a suo riguardo; il passive state è quello desiderato.

 

Una computazione avviene quando una destinazione non è più raggiungibile (non ha un successor nella sua tabella di routing), e cosi, il router di riferimento comincia a trasmettere una serie di pacchetti query ad agnuno dei suoi neighbors routers; se uno di questi ha una route verso la destinazione risponde con un pacchetto reply, viceversa invia query verso i suoi rispettivi neighbors (in questo caso anche per esso la destinazione di trova in actve state).

 

Solo dopo che un router di riferimento ha ricevuto pacchetti reply dai suoi neighbors, la tabella di neighbor cambia lo stato delle sue destinazioni da active a passive e quindi selezionare il suo successor.

 

Active state: una destinazione è in active state quando il router di riferimento sta, invece, elaborando una nuova computazione di ricerca a suo riguardo.

 

 

eigrp 7 

 

 

 

EIGRP STUB ROUTER

 

EIGRP stub router è una possibilità di soluzione al propagarsi di informazioni tra peers ed il diffondersi di pacchetti query/reply in caso di recomputazione di una network in assenza di un path alternativo;

 

Hub and Spoke topology utilizza di solito stub routing EIGRP; questo prevede la trasmissione di una sola default route da parte dell’hub router verso i suoi spoke configurati come stub;

 

EIGRP stub routing non abilita automaticamente la summarizzazioni; in alcuni casi si consiglia di abilitare la summarizzazione presso l’hub router

 

Quando si configura un hub router per inviare una default route ai remote spoke routers, assicurarsi che il comando ip classless sia attivo presso quest’ultimi routers (di default ip classless è abilitato in IOS cisco router che prevedono EIGRP stub routing)

 

Ogni stub router riporta il suo stato ai propri peers neighbors;

 

Ogni stub router non invia queries ad altri stub routers

 

Un router configurato come stub condivide il suo stato, le connesse e summary route con i propri peers neighbor

 

eigrp stub receive-only: restringe la condivisione delle sue route con altri router all’interno di un dominio eigrp; non permette di configurare altre opzioni perché, appunto, previene a qualsiasi tipo di route di essere propagata; usa questa opzione solo in caso di unica interfaccia nel router;

 

eigrp stub connected: permette la trasmissione di route direttamente connesse; in assenza del comando network che non prevede le connesse, si rende necessario l’uso del comando redistribute connected per lo loro redistribuzione;

 

eigrp stub static: permette la trasmissione delle statiche  con il comando redistribute static

 

eigrp stub summary: permette la trasmissione delle summary route; si può creare una redistribuzione manuale oppure automatica abilitando il comando auto-summary (il summary è abilitato di default)

 

eigrp stub redistribute: permette di redistribuire routes attraverso il comando redistribute

Lato router Hub: il comando ip summary-address 0.0.0.0 0.0.0.0 (o qualsiasi altra major network) permette la redistribuzione di una default route verso i routers spoke