codifica 4B5B 5B6B 8B6T

 

 

Ad eccezione della codifica Manchester, per altre tecniche di codifica dove esistono sequenze di bit che non generano transizioni, per garantire la trasmissione di un numero di transizioni sufficienti a consentire la sincronizzazione del ricevitore è necessario ricodificare i dati da trasmettere, allungandone la sequenza; esistono due codifiche per fare questo:

 

4B5B: codifica in cinque bit ogni possibile sequenza di quattro bit ed è usata in combinazione con NRZI o MLT-3.

 

5B6B: trasforma quintetti di bit in sequenze di sei bit ed è usata nello standard 802.12 unitamente alla codifica NRZ.

 

 

 

 

codifica 4B5B NRZI

 

La codifica e la relativa decodifica avvengono tramite tabelle.

 

codifica dei simboli in 4B5B:

 

simboli 4B5B

 

 

 

L’’overhead introdotto nella codifica 4B5B è pari ad un bit ogni quattro, cioè il 25%; una trasmissione a 100 Mb/s al livello MAC invierà sul mezzo fisico 125 Mb/s.

 

Infine la codifica 8B6T è utilizzata in Ethernet 802.3 100BaseT4 per convertire ottetti in gruppi di sei simboli ternari come +, - , 0 equivalente ai 256 valori rappresentabili su otto bit.